Ubriaco chiama la polizia: “Sono precipitato da una scogliera”. Si trovava nei cespugli di un parcheggio

17 dic
2011

ubriaco

Di chiamate insolite o per lo meno curiose, la polizia ne riceve tantissime ogni giorno. Una, tuttavia, sembra aver colpito particolarmente le forze dell’ordine inglesi. Ricevuta la richiesta d’aiuto di un 19enne, che sosteneva di esser precipitato da una scogliera, venti poliziotti accompagnati da una squadra di vigili del fuoco si sono recati sul posto, scoprendo che del giovane non vi era alcuna traccia. Lo ha cercato persino la guardia costiera, ma niente.
Si è forse trattato di uno scherzo telefonico, oppure il giovane era semplicemente finito a mare? Niente di tutto ciò. Il ragazzo, dopo accurate ricerche, è stato trovato completamente sbronzo ad oltre un chilometri di distanza dal mare. Lui, su quella scogliera, non c’era mai stato: le innumerevoli birre consumate nel corso della serata lo avevano portato ad immaginare tutto. I poliziotti lo hanno trovato poco prima delle 5 del mattino in un parcheggio: era accovacciato nei pressi di una grossa roccia circondata da cespugli.

FONTE = http://notizieincredibili.scuolazoo.com

Condividi:
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo
  • Slashdot
  • Technorati
  • Twitter
  • Upnews
  • Wikio IT
  • Yahoo! Bookmarks

Comment Form

top